Passa ai contenuti principali

Post

Lucidità

Tengo il cervello acceso, sempre. E il mio cervello comunica perfettamente con le mie emozioni. Non temo assolutamente di incartarmi in quei ragionamenti bizantini che scavano la tomba in cui ci si seppellisce. La mia mente non mente, perché sa individuare il punto e intuire la sintesi.
Post recenti

Piccole e grandi imprese quotidiane

Naturale che ammiro i grandi eroi, quelli delle imprese eccezionali, dei grandi sforzi, della tenacia incrollabile. Da bambina ho letto Salgari, Kipling, Stevenson e tutti gli altri. Ma un po’ per volta mi sono accorta che ho più talento per le piccole imprese quotidiane, quelle capaci di aprire le porte alla gioia, con quelle piccole conquiste su di sé che non militano sotto bandiere infiammate, ma che trasformano notevolmente la qualità dell’esistenza e dispongono l’animo a vedere la bellezza, conservare la meraviglia e coltivare la gentilezza. Si può restare a bocca aperta di fronte allo spettacolo del mondo. E interrogarsi all’infinito con l’immaginazione su ciò che passa nella testa e nel cuore degli altri. E allora viene voglia di non toccare niente, di lasciar accadere, restando lì a guardare.

La Certosa

Il giorno che visitai la Certosa c'era il sole, i religiosi passeggiavano silenziosi, raccolti in meditazione. C'erano secoli di tentativi umani sospesi nell'aria.  Tentativi di entrare in contatto con la dimensione misteriosa dell'esistenza.    

Pensiero bambino

E ritrovarsi bambini i primi di maggio.
 E navigare tra nuvole e sogni. 
E il cuor che respira quell’aria di festa. Vedere da questa distanza
 l’immane fatica del vivere qui,
 con regole e spazi occupati da termini ,
e sponde e barriere ad ogni tuo moto.
 Vedere e sorridere, quasi il possesso
 di un grande segreto… Qualcuno l’ha detto…
 Lo vedo. Lo sento.
 Immaginare è la tua libertà.
 Da presso, ogni cosa è un grande tormento.
 Da quella distanza, è felicità.    

Albero in fiore

 Le bianche note si accavallano  
in sfrenata sinfonia 
 sul rigo irrequieto 
 delle tue braccia.

Rosso

Sul rosso dei papaveri ha piovuto tutta la notte. Sarà un giorno d'amore bagnato.

Una ragazza semplice

Mi ha detto che il richiamo della Natura per lei è soprattutto desiderio di naturalezza. Coltiva un sentire limpido che prende le distanze con grazia dalle complicazioni sentimentali e dalle turbolenze emotive. Ha un’anima che scorre con modestia e tanta dignità tra le vicende dei giorni. Afferma di camminare nella direzione dei sogni, pensando che è la vita stessa che chiama da quella parte. Ha fiducia ma con gli occhi spalancanti e attenti. Sembra fragile, ma a parlarle con lei anche solo un po’ ho sentito una forza interiore tanto incrollabile quanto tranquilla. Quando mi guardava negli occhi mi sentivo scrutata nell’intimo.